Come ti racconto un libro, con Google Maps

Parigi

Partire alla scoperta di una città lasciandosi ispirare da un romanzo: per farlo, mi sono sempre venuti in mente gesti molto semplici e un po’ da maniaci della lettura: sottolineare le pagine del libro, portarselo in giro come una guida, leggerlo tra una visita e l’altra…
Ma siamo nell’epoca di foursquare e c’era qualcosa che mi era sfuggito finora, sapete cosa? L’utilizzo letterario della geolocalizzazione. Siamo d’accordo, è molto meno romantico, ma pensiamoci un po’: ci piacerebbe immensamente visitare un luogo sulle orme di un personaggio che ci ha appassionato, o di un libro che abbiamo appena finito di leggere. E se ci fosse qualcuno che ci ha già pensato per noi, “mappandolo” da qualche parte nella Rete?
Ci ero andata molto vicina quando avevo scoperto BookDrum, un sito inglese che è un po’ una sorta di wikipedia dei libri. Finchè non mi sono imbattuta in un post pubblicato sul blog italiano di FeedBooks, piattaforma di vendita e distribuzione ebook nata in Francia nel 2007.
Il libro in questione è, neanche a farlo apposta, dedicato a una città che adoro, Parigi, e dunque ho già pronto il pretesto per tornarci e testare questa guida alternativa.

Parigi come in un monopoli

FeedBooks ha infatti mappatoParigi, senza passare dal via”, scritto da Francesco Furlani, una delle anime di Nazione Indiana, per Laterza nella bella collana “Contromano” , a cui vi consiglio di dare un’occhiata.
Com’è la Parigi di Furlani? Qui lascio la parola direttamente all’autore che parla del suo libro in un’intervista rilasciata sempre a FeedBooks. Io volevo invece segnalarvi la chicca della geolocalizzazione: una Google Map di Parigi punteggiata di luoghi chiave del libro, e non pochi (sono più di 60). Per ognuno, la citazione nel romanzo.
Interessante no? Per il momento si tratta del primo esperimento di FeedBook in Italia, ma ci dicono di voler proseguire con altre mappature e noi le aspettiamo con ansia.

Mappa di Parigi letteraria


Intanto, però, chi sa la lingua può dilettarsi con il sito francese. Qui le mappe già realizzate sono sette, non tutte valgono come vere e proprie guide letterarie di viaggio (ma come fonte di ispirazione certamente sì) eccetto due, che sono il paradiso dei bibliofili. Cercate romanzi ambientati a Parigi o a Marsiglia? Qui ne troverete un bel po’, ciascuno con il suo “pin” corrispondente ad un luogo simbolo della città.

Con la chicca in più: si trovano qui raccolti i grandi classici – dal Conte di Montecristo di Dumas a George Sand a Honore de Balzac, da Bel-Ami di Maupassant alla Regina Margot di Dumas, e poi ancora Emile Zola, Paul Verlaine, Anatole France – e si possono scaricare gratuitamente, grazie al link diretto.

Che ne pensate? Conoscete altri esempi di geolocalizzazione per così dire letteraria? Pensate che possa piacere a tutti?

Published by

Mariangela Traficante

Benvenuti! Se volete diventare turisti letterari e vi piacciono anche i libri di viaggio, eccomi qui. Sono Mariangela, giornalista e blogger, e abbiamo una passione in comune: viaggiare con un libro in mano, ma non solo! Vi racconto di luoghi di libri e di scrittori. Provo a consigliarvi cosa leggere prima di partire, e a lasciarvi ispirare da un libro di viaggio, da un racconto e, perché no, anche a scrivere il vostro!

4 thoughts on “Come ti racconto un libro, con Google Maps

  1. Mi sono imbattuta nel libro di Forlani giusto prima di partire per Parigi (e ahimè già tornata da un paio di settimane) ma avrei voluto conoscere questo strumento PRIMA del mio viaggio!
    Anche consultare le pagine di “Parigi – l’invenzione di una città” di Eric Hazan è stato molto utile, la narrazione procede per quartieri, di cui descrive non solo le metamorfosi urbanistiche ma anche gli infiniti passaggi di celebrità letterarie..

Grazie per aver letto questo articolo! Se vorrai lasciarmi un tuo commento ne sarò felice!