20170922_164003-min

La magia di leggere fin da piccoli non ha confini: ecco Mamma Lingua

mamma lingua nati per leggerePrendete le biblioteche pubbliche, luoghi di socialità e cultura, l’amore per la lettura da condividere fin da piccoli e le storie ascoltate in tante lingue diverse: non si viaggia con libri anche così?

E’ per questo che oggi vi racconto di una mostra molto particolare, che è appena stata inaugurata in Lombardia e che viaggerà – è il caso di dirlo – fino a marzo dell’anno prossimo.

Nati per Leggere è il programma di promozione della lettura dedicato ai bimbi fin da piccolissimi, con il cuore nella lettura in famiglia, per creare un momento di relazione e intimità grazie ai libri. Se siete neogenitori, e anche se state per diventarlo, sul loro sito troverete una miniera ricchissima di informazioni su come e quando leggere ai bimbi, su quali libri scegliere e su come condividere con loro la magia della lettura.

Ibby Italia è la sezione italiana di Ibby, International Board on Books for Young people: un’organizzazione internazionale fondata da Jella Lepman nel 1953 per promuovere la lettura e i libri.

Insieme hanno creato Mamma Lingua (giunta alla sua terza edizione), che toccherà fino al 29 marzo 2018 ben 20 biblioteche, sette milanesi e altre tredici nei comuni limitrofi. Di cosa si tratta? Di un allestimento di libri per piccoli e piccolissimi in tante lingue diverse, quelle maggiormente parlate in Lombardia. Albanese, arabo, cinese, francese, inglese, rumeno e spagnolo: una bella
occasione di inclusione e condivisione per i bambini stranieri nati in Italia e per le loro famiglie.

Nella mostra itinerante potrete incontrare trolley colorati con i libri e pannelli esplicativi. Ciascun libro infatti è raccontato attraverso titolo, autore, illustratore, traduttore, e la sua tipologia. Ci sono albi illustrati, libri di filastrocche, favole, fiabe, leggende e scioglilingua. Ed è interessante anche scoprire, di ogni sezione linguistica, da dove provengono i libri, come sono stati scelti e quali sono le tematiche locali più ricorrenti nelle pubblicazioni per i bimbi (per esempio, in Cina un protagonista frequente è il Capodanno Cinese, d’altronde un po’ come il Natale nei nostri libri per bambini vero?)

Il progetto prevede anche l’acquisto da parte delle biblioteche di una parte dei libri segnalati da Mamma Lingua. Ma quali sono stati i criteri per la selezione dei 127 libri? In generale ha guidato il principio delle Linee guida Ifla (International Federation of Library Association and Istitution) sui servizi bibliotecari ai bebè e ai piccolissimi, cioè di rendere disponibili libri per bambini “stimolanti senza essere frustranti”, per avvicinare alla pratica della lettura condivisa con i bambini gli adulti e i genitori con scarsa confidenza con i libri e la lettura.

Se vi incuriosisce scoprire quali sono i libri in mostra potete consultare qui l’intera bibliografia, oltre ad altre informazioni interessanti. Ora Mamma Lingua è in giro nelle biblioteche lombarde. Siete in zona? Qui trovate il calendario completo fino a marzo!

Io sono andata a visitarla nella mia biblioteca del quartiere, la Biblioteca Valvassori Peroni! Ecco qualche immagine per voi

Published by

Mariangela Traficante

Benvenuti! Se volete diventare turisti letterari e vi piacciono anche i libri di viaggio, eccomi qui. Sono Mariangela, giornalista e blogger, e abbiamo una passione in comune: viaggiare con un libro in mano, ma non solo! Vi racconto di luoghi di libri e di scrittori. Provo a consigliarvi cosa leggere prima di partire, e a lasciarvi ispirare da un libro di viaggio, da un racconto e, perché no, anche a scrivere il vostro!

Grazie per aver letto questo articolo! Se vorrai lasciarmi un tuo commento ne sarò felice!