Quali guide di viaggio scegliere per far appassionare i bambini? Comincio dai consigli dei travel blogger

guide di viaggio per bambiniIn viaggio con i bambini. Quanti preparativi da fare vero? Cosa portare in valigia per i più piccoli, quali destinazioni scegliere, come organizzare il viaggio. Sì, il viaggio, perché di una cosa sono convinta: chi ha la passione per scoprire il mondo fa benissimo a trasmetterla ai propri figli, impareranno ad amarlo a loro volta e sarà per loro un regalo prezioso. E’ quello che vorrei fare anche io con il mio Mattia. Ma, tra i tanti preparativi da fare, avete mai pensato a scegliere un buon libro? Delle belle guide di viaggio per bambini, una raccolta di racconti ambientati nella città che stiamo per visitare, un libro che spieghi in maniera divertente storie e monumenti. Se amiamo leggerli noi, perché non farlo insieme ai nostri piccoli viaggiatori?
E quindi mi sono chiesta: dove andare a trovare le guide di viaggio per bambini più belle ed interessanti? Com’è il panorama in Italia? A me piacerebbe avere un luogo, una biblioteca virtuale da “sfogliare” per scoprirli, questi libri, e guide, e perché no, mappe per i più piccoli. Allora provo a farlo io, a raccontarvi questi #viaggibambini.

Ma per farlo oggi inizio da tre esperte. Se amate viaggiare con i bambini, infatti, sappiate che in Rete ci sono dei bravi travel blogger specializzati. Famiglie che viaggiano e lo raccontano. E’ bello entrare nelle loro vite e scoprire come riescono a tenere viva la loro passione ed a trasmetterla ai figli! Io per esempio sono stata molto felice di poterli intervistare per Babele, un magazine online specializzato in turismo. Tutto quello che mi hanno raccontato lo potete trovare a questo link.
Oggi intanto ve ne presento tre: a loro infatti ho chiesto di darci qualche prezioso consiglio su quali guide di viaggio per bambini scegliere. Quindi, se siete una famiglia viaggiante ed avete in testa la prossima vacanza, che sia un lungo viaggio o un weekend a due passi da casa, questo è per voi: iniziano i nostri #viaggibambini!

Divertimappe

In cinque con la valigia 

Tre bambini, Matteo 8 anni, Anna 6 anni e Francesca 2 anni e mezzo, una famiglia in viaggio. Una mamma viaggiatrice che si chiama Letizia e che ci racconta quali libri di viaggio sceglie per i propri bimbi:

Sicuramente le guide di viaggio migliori sono straniere e spesso non sono tradotte in italiano. Penso ad esempio a Londra. Album con stickers, itinerari, mappe per i più piccoli, strumenti preziosi che coinvolgono in prima persona il bambino. Il panorama italiano, per fortuna, sta cambiando. Mi vengono in mente, per esempio, le bellissime Divertimappe della casa editrice Mediabooks (disponibili su formato cartaceo e digitale) con le relative app. Uno strumento utile e divertente per viaggiare con i bambini. Abbiamo imboccato la strada giusta anche se ci vorrà un po’ di tempo prima di allinearsi agli standard europei. Ci sono poi guide accattivanti che si rivolgono a bambini più grandicelli. Penso, ad esempio, alle guide Lonely Planet vietate ai genitori, dove la capitali vengono presentate in maniera curiosa e divertente.

guide di viaggio per famiglieIn alternativa alla classica guida ci sono libri illustrati, dove la lingua conta poco. Come, per esempio, i classici di Sasek (This is London, This is Paris, This is New York, ecc..) dove sono i bellissimi disegni i veri protagonisti. Per i bambini più piccoli il segreto per appassionarli a un luogo è sempre il libro: letture pensate ad hoc ambientate nella destinazione scelta per il proprio viaggio. Un libro sui Vichinghi prima di partire per la Danimarca, Pippi Calzelunghe prima di partire per la Svezia, i libri di Re Artù prima di avventurarsi in Cornovaglia… Sono queste letture a fare davvero la differenza e a stimolare un maggiore interesse anche nei piccolissimi”.

Bimbi e Viaggi

Mamma Milena, papà Davide e la piccola Amanda, 7 anni. Che in dono per il suo battesimo ha ricevuto un viaggio, e da allora la famiglia non si è più fermata. Ecco i loro consigli per ricordare al meglio luoghi e scoperte attraverso i libri:

Libri di viaggio ce ne sono tantissimi, ma spesso sono poco noti. Durante ogni viaggio il souvenir che non manca mai è un libro per bambini che parli della destinazione visitata, che sia in Italia o all’estero: libri di fiabe ambientate nel luogo in cui abbiamo trascorso le vacanze, oppure delle mini guide a misura di bambini. Sarebbe carino poterle comprare anche prima del viaggio, per potersi immergere nell’atmosfera, ma purtroppo le trovi solo sul posto, e spesso a fatica.
Le guide ufficiali che conosco sono le Lonely Planet, ma per bambini hanno realizzato poche città (ho recentemente acquistato quella di Londra e non era male, anche se non mi ha entusiasmato).
Probabilmente in Italia il mercato letterario si sta aprendo adesso (si saranno resi conto che la famiglia che viaggia è un target interessante?)”.

guide di viaggio a fumetti

Quantomanca

Quantomanca è un sito creato da un gruppo di genitori dieci anni fa proprio per condividere esperienze e consigli per viaggiare con i bambini. Naturalmente non mancano i libri e in rappresentanza del gruppo è Lucia Bianchi a darci qualche dritta:
Tra le prime guide viaggio per bambini che sono state pubblicate in Italia ci sono “i bambini alle scoperta di….” ed. Lapis, e sono ancora molto ben fatte, con disegni e curiosità sulle maggiori città italiane. Per l’estero mi piacciono anche le guide della Lonely Planet “Tutto quello che hai voluto sapere”, che invitano i ragazzi a fare un tuffo nella storia, nella cultura, nella vita quotidiana e nelle tradizioni di diverse città europee e Oltreoceano”.

E voi? Avete consigli e suggerimenti da condividere per i nostri #viaggibambini? Li aspetto con piacere!

Published by

Mariangela Traficante

Benvenuti! Se volete diventare turisti letterari e vi piacciono anche i libri di viaggio, eccomi qui. Sono Mariangela, giornalista e blogger, e abbiamo una passione in comune: viaggiare con un libro in mano, ma non solo! Vi racconto di luoghi di libri e di scrittori. Provo a consigliarvi cosa leggere prima di partire, e a lasciarvi ispirare da un libro di viaggio, da un racconto e, perché no, anche a scrivere il vostro!

Grazie per aver letto questo articolo! Se vorrai lasciarmi un tuo commento ne sarò felice!