Cose da fare nel weekend a settembre: scegliete il vostro festival (letterario)

Festival letterari in Italia

Dite la verità: siete tornati alla vostra vita di tutti i giorni, con la ricarica di energia che solo il sole dell’estate riesce a dare e forti di tanti buoni propositi per la vostra quotidianità. Ma… sotto sotto (e neanche tanto velatamente poi) coltivate l’impazienza per la prossima occasione di svago, per la prossima partenza.

Vi capisco benissimo: ė così anche per me! E allora, visto che ancora è presto per poter programmare un vero e proprio prossimo viaggio e gli impegni incombono, ho deciso di regalarmi una piccola fuga, che poi ė quella che assaporo ogni anno, a settembre. E sono sicura che piacerebbe anche a voi.

Siamo turisti letterari giusto? E allora perchè non regalarsi un piccolo weekend (o anche un giorno solo se avete la fortuna di abitare nelle vicinanze) a un festival letterario? Settembre è un ottimo mese per farlo. Io andrò al Festivaletteratura di Mantova, ma in giro per l’Italia, nei prossimi weekend, ci sono anche altre occasioni per sentir parlare di libri, ma anche di cultura e comunicazione in senso più ampio. Per incontrare scrittori, attori, artisti, e scoprire piccoli grandi gioielli delle nostre città.

Pronti? Vi segnalo cinque festival, a Mantova, Camogli, Livorno, Roma e Taormina. E di ognuno provo a dirvi quella che, al di là dei programmi, potrebbe essere una chicca da non perdere.

Festivaletteratura Mantova

Dal 7 all’11 settembre
Pensateci perché, se ancora non conoscete Mantova, rimarrete senza fiato (come è successo a me) passeggiando per le sue strade e piazze tra un evento e l’altro. È una città sull’acqua pur non essendo al mare e, questo, a me, piace tanto.
E poi, anche se non siete riusciti a prenotare i biglietti per gli eventi a pagamento, ne troverete molti a ingresso libero, basta sfogliare il programma.

Camogli – Festival della Comunicazione

Dall’8 all’11 settembre
Uno dei padri fondatori è stato Umberto Eco, e naturalmente il festival gli rende omaggio quest’anno (il grande scrittore e semiologo stava anche lavorando alla sua lectio magistralis che avrebbe regalato al pubblico di Camogli, Pro e contro il web era il tema, diventato il fil rouge dell’evento), anche con una mostra di ritratti, schizzi e disegni ad opera dell’amico di una vita, Tullio Pericoli.

E poi Camogli è un borgo marinari molto bello, e magari riuscite a visitare anche l’Abbazia di San Fruttuoso, uno dei beni del Fai.

Taormina – Taobuk

Dal 10 al 17 settembre

Di qui sono passati numerosi scrittori e letterati, e nel corso del festival il loro spirito ritorna: Sicilia tra luce e parola si chiama la mostra personale del fotografo Giuseppe Leone, dedicata ai luoghi della letteratura italiana resi celebri dalle pagine dei grandi scrittori.

E poi, potete cogliere l’occasione di arrivare a Taormina prendendo, a Catania, un treno storico: è il Treno del mito, percorrerà la costa jonica su carrozze del 1959 e insieme al Treno del Barocco e al Treno dei Templi è un’iniziativa del turismo siciliano per valorizzare il patrimonio storico dell’isola (domanda: verrà ripetuta? Io spero vivamente di sì)

Pordenonelegge

Dal 14 al 18 settembre

Anche qui, un’ottima occasione per scoprire una città italiana: ci saranno in programma oltre 300 eventi in 40 luoghi del centro storico di Pordenone. Apertura dedicata a “La scrittura e la vita” con Dacia Maraini e Piera Degli Esposti, mercoledì al Teatro Verdi.

Livorno – Il senso del ridicolo

Dal 23 al 25 settembre
Patron del festival è Stefano Bartezzaghi. Uno che del potere dei giochi con le parole ne sa qualcosa. E quanto è forte la potenza di un sorriso e di una risata? Ci sono anche due mostre a tema e si ricordano i 500 anni dell’Orlando Furioso.

Roma – Festival della Letteratura di viaggio

Dal 22 al 25 settembre
Letteratura ma anche musica, giornalismo, fotografia. Il racconto del viaggio multiforme, in un luogo di storia del viaggio. Il Palazzetto Mattei nella Villa Celimontana, è la sede della Società Geografica Italiana. Il programma non è stato ancora pubblicato, tenete d’occhio il sito.

Tra Torino e Mantova c’è … Milano. Con la prima edizione di BookCity

Tra Torino e Mantova c’è…Milano. Non lo chiamano nè salone nè festival (anche se di quest’ultimo ha preso decisamente in prestito il format) gli organizzatori, ma parlano di BookCity come dell’evento che aprirà la città di Milano ai libri ed alla letteratura. Ecco infatti la novità d’autunno: venerdì prossimo si apre nel capoluogo meneghino l’edizione zero di un evento dedicato al leggere e che effettivamente era un assente ingombrante nella città capitale d’Italia dell’editoria.

Giusto per dare un po’ di dati: nella regione Lombardia – dicono dall’Aie, associazione italiana editori – ha sede il 19,9 % delle case editrici attive in Italia, e ben il 32,5% di quelle di ebook; vengono prodotti il 38,1% di titoli sul totale dei libri pubblicati dalle case editrici. E i lombardi leggono: i lettori in Lombardia sono il 54 %,su una media italiana del 45,3%.

Continue reading “Tra Torino e Mantova c’è … Milano. Con la prima edizione di BookCity”