PasseggiateROMA

Da Pasolini al Tevere: anche a Roma è tempo di passeggiate letterarie

Una sfida che forse mancava alla Capitale, il cui immenso patrimonio storico, artistico ed architettonico finisce a volte con l’offuscare o comunque con il far scivolare in secondo piano il suo legame con la letteratura. Specifico: ovviamente non è che questo sia assente, ci mancherebbe, ma di Roma si finisce sempre col farsi venire in mente altro. E invece eccola che torna protagonista la Roma letteraria, grazie alle Passeggiate d’autore. Ricordate? Ve ne avevo parlato qualche tempo fa, colpita da questa bella iniziativa che credevo solo milanese (ed in effetti le passeggiate d’autore a Milano sono quest’anno alla loro seconda edizione). E invece ho scoperto che hanno debuttato anche a Roma!

Continue reading “Da Pasolini al Tevere: anche a Roma è tempo di passeggiate letterarie”

Festival della Letteratura di Viaggio: ecco cosa non mi perderei se fossi a Roma

Ci siamo. Domani a Roma inizia il Festival della Letteratura di Viaggio ed io non potrò andarci, “blindata” tra Milano e Bergamo per lavoro. Mi toccherà seguirlo virtualmente, su Facebook ma soprattutto – spero – grazie alla twitter-cronaca (sono già pronta). E naturalmente grazie a chiunque di voi ci farà un salto ed avrà voglia di raccontarmelo!

Certo, essere lì sarebbe tutta un’altra cosa, e forse non mi ha fatto bene sbirciare il programma perchè non ha fatto altro che destare in me ancora più curiosità.

Perciò ho deciso di raccogliere qui gli eventi che, se fossi al Festival a Roma, cercherei di non perdermi assolutamente.

Domani sera (alle 18) al Palazzo delle Esposizioni si inaugura una mostra fotografica molto interessante.”Obiettivo Afghanistan, la terra oltre la guerra”. Titolo azzecatissimo perchè l’intento è proprio quello di raccontare con le immagini un Paese che noi oggi purtroppo conosciamo solo come teatro di guerra, di distruzioni, di corruzione e di morte, senza fermarci un attimo a pensare che, invece, questa gente e questa terra cercano di custodire cultura, tradizioni, storie spazzate via dalle ripetute ondate di violenza.

Ma domani alle 19.30 si tiene anche la prima edizione del premio intitolato a Ryszard Kapuściński, al grande reporter e scrittore..  Qualche dettaglio in più? Non mi sarebbe dispiaciuto leggerne sul sito…

Venerdì 28 settembre parteciperei molto volentieri al Laboratorio di scrittura e fotografia in viaggio (a Palazzetto Maffei). E neanche sabato 30 avrei dubbi, il mio evento del giorno sarebbe questo: All’incrocio di due sponde (alle 12.30 in Villa Celimontana). Le due sponde di cui si parla sono quelle dell’Adriatico, e come potrei non sentirle visto che dalla mia Puglia l’Albania è così vicina che nelle giornate più limpide si vedono i suoi monti svettare dal mare? Per non parlare delle stazioni radio greche che si insinuano tra quelle locali quando in macchina si scivola giù, lungo l’estremità del Tacco d’Italia…

E domenica? “In web we travel”: se volevano scegliere un titolo che fosse il più accattivante possibile, ci sono riusciti appieno. Nei Giardini di Villa Celimontana si parlerà – ovviamente –  di come raccontare il viaggio ai tempi di Internet.

Se siete curiosi, ecco tutto il programma sul sito ufficiale!

Anche la Letteratura di Viaggio ha il suo Festival

Save the date! Ecco un evento che se fossi a Roma credo non mi perderei per nulla al mondo: il Festival della Letteratura di Viaggio. Qualcuno di voi ci è mai stato?

Ormai manca meno di un mese all’edizione 2012. Intanto segnamoci le date, dal 27 al 30 settembre: quattro giorni che saranno dedicati al racconto del viaggio nel senso più ampio del termine, con le parole, la musica, il cinema, le immagini.

Ed a proposito di immagini, se vi piace scrivere e fotografare non lasciatevi scappare questa occasione: negli stessi giorni del festival c’è la possibilità di seguire un laboratorio di scrittura e fotografia di viaggio, due incontri totalmente gratuiti, ma per aggiudicarseli occorre superare una selezione. Trovate tutto sul sito del Festival, c’è tempo fino al 20 settembre. E poi? Non ci resta che aspettare il programma dettagliato. Io lo seguirò – purtroppo- da lontano, se invece qualcuno di voi ci farà un salto, attenderò con ansia le vostre impressioni!