Salone del Libro di Torino: le cose da fare e vedere per chi ama i viaggi (anche virtuali)/5

Salone del libro di TorinoEccoci ancora una volta a sfogliare insieme il programma del Salone Internazionale del Libro di Torino. Alla ricerca, come sempre, di appuntamenti per chi con i libri e con la lettura ama viaggiare (lontano e vicino), alla ricerca del nostro #SalToInViaggio!

Oggi vi segnalo gli eventi di domani, domenica 17 maggio, e di lunedì 18, ultimo giorno di Salone. Buon viaggio e spero che questi appunti vi siano stati utili! Continue reading “Salone del Libro di Torino: le cose da fare e vedere per chi ama i viaggi (anche virtuali)/5”

Salone del Libro di Torino: le cose da fare e vedere per chi ama i viaggi (anche virtuali)/4

salone del libro Torino programma

Torino esplorata in modalità alternative, un po’ di App e un pizzico di Berlino. E poi il viaggiatore per antonomasia, Ulisse, ma raccontato ai bambini in maniera nuova. Ecco cosa offre il menù di sabato 16 maggio del programma del Salone Internazionale del Libro di Torino per chi ama viaggiare. Continuano gli appunti del nostro #SalToInViaggio, qui trovate le puntate precedenti, e se invece sarete a Torino sabato, ecco cosa fare e vedere se amate viaggiare con i libri!

Letture per I più piccoli sul tram in giro per Torino:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/9814-Prossima-fermata-fiabe-con-Tram-Teatro.html

Un’esplorazione urbana dalla stazione TObike:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/9863-Percorsi-tessuTO-pedonabile-e-ciclabile.html

Il laboratorio di Cityteller per viaggiare attraverso i libri:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/8954-Workshop-Cityteller-racconta-le-citta-attraverso-i-tuoi-libri.html

Berlino, la città raccontata tra mito e quotidianità:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/7721-Berlin-Calling-La-citta-vista-da-vicino-e-da-lontano.html

Le avventure di Ulisse raccontate ai bambini:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/8905-A-colazione-con-Ulisse-Il-mare-color-del-vino.html

Il giro d’Italia in 80 librerie:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/8874-Voci-Indipendenti-Il-Giro-d-Italia-in-80-Meraviglie.html

I luoghi del Gattopardo:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/8024-Tomasi-di-Lampedusa-e-i-luoghi-del-Gattopardo.html

Per gli amanti del giallo nordico: l’incontro con Camilla Lackberg:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/8341-Scrittori-dal-mondo-Camilla-Lckberg.html

Un’app che ti indica la libreria più vicina a te:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/8981-Il-libro-che-cerchi-nella-libreria-piu-vicina-a-te-Entra-nella-tribu.html

Ancora Ulisse e l’Odissea per i più piccoli, stavolta a fumetti digitali:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/9165-Smart-comics-Ulisse-interattivo-e-altri-classici-per-l-infanzia-Laboratorio-di-illustrazione-e-fumetto-per-i-piu-piccoli.html

La poesia dei piccoli borghi d’Italia:

http://www.salonelibro.it/it/programma/sabato-16/details/9011-Little-Italy-La-poesia-dei-piccoli-borghi-dItalia-.html

Milano e Torino in sei mosse. La prima? Raccontarle leggendo

libri ambientati a MilanoChe ci posso fare? Milano, questa città che in tanti bistrattano, mi stupisce ancora e continua a farlo sempre! Non solo perchè prendendola con curiosità e spirito d’osservazione ne ho scoperti angoli e storie che prima ignoravo, ma anche perchè da quando scrivo questo blog, e cerco storie da raccontarvi e condividere, c’è come una calamita virtuosa, che attrae verso di me curiosità e progetti originali. Fatti per raccontare Milano, anche in una sorta di nuovo turismo culturale. E molti hanno a che fare con i libri. Un bel biglietto da visita in preparazione di Expo 2015 vero?

Come il progetto che parte oggi e che ho scoperto – anche questo – per caso, grazie a Twitter (ancora una volta dico: viva i social!)

Ed ecco quindi un altro instant post, ovvero info veloci su eventi molto prossimi!

L’appuntamento è infatti già per stasera, e si chiama Milano-Torino in 6 mosse. Dopo eventi come MiTo dedicato alla musica, eccone un altro che unisce in un filo ideale le due città! Sarà che l’alta velocità che corre tra una e l’altra lo ha stretto ancor di più?
In ogni caso, l’idea mi piace davvero tanto. Un ciclo di sei incontri per raccontare, con altrettanti voci e punti di vista, le due città. Lo hanno creato il Circolo dei Lettori di Torino e Open More than Books a Milano. Io qui sono partita a parlarvi di Milano perchè è dove vivo ma ovviamente l’appuntamento vale anche a Torino!

librerie Milano
Cos’è Milano-Torino in 6 mosse? Un dialogo per scoprire le due città attraverso il live tweeting tra gli ospiti presenti nei due appuntamenti in contemporanea, per tracciare una mappa ideale della città viaggiando sia sui social media (l’hashtag sarà #mito6mosse) che attraverso letture, fotografie, video e romanzi.
E proprio di libri, comunque di storie, si parla stasera. Il primo appuntamento si chiama infatti Milano_Torino DA LEGGERE: le città saranno raccontate attraverso la loro produzione letteraria, con due guide: a Torino (Circolo dei Lettori, via Bogino 9) lo scrittore e traduttore Giuseppe Culicchia, a Milano (Open More than Books, via Monte Nero 6) la scrittrice, blogger ed esperta di linguaggi televisivi Violetta Bellocchio.

E dopo i libri?
Ecco i prossimi cinque appuntamenti, intanto io ci farò un salto stasera e porterò qualcosa da leggere, vi racconterò!

Mi_To da GUSTARE | 15 ottobre, ore 20Milano: Anna Prandoni _ Torino: Luca Iaccarino

Mi_To da PASSEGGIARE | 29 ottobre, ore 20Milano: Davide Ciccarese _Torino: Tiziano Fratus

Mi_To da ASCOLTARE | 12 novembre, ore 20Milano: Andrea Rock _Torino: Fabrizio Vespa

Mi_To da INCONTRARE | 26 novembre, ore 20Milano: Annarita Briganti _Torino: Luca Ferrua

Mi_To da VIAGGIARE | 10 dicembre, ore 18Milano: Andrea Dusio _Torino: Edoardo Bergamin
Un incontro reale e virtuale che comincerà dalla stazione Porta Nuova di Torino e da Milano Centrale (ore 18) per una insolita passeggiata di un’ora e poi un aperitivo rispettivamente al Circolo dei lettori e all’Open.

Vi è piaciuto il blog? Seguitemi anche su Facebook

bacche

Che libro mi porto… a Natale?

Cosa vi regalerete ( o vi farete regalare) per Natale? Io suggerisco un libro: non è un’ottima scelta? Visto che le feste sono ormai alle porte mi è venuto in mente di raccogliere in un post qualche idea in ordine sparso che magari può esservi utile, lettori-viaggiatori, per decidere cosa mettere sotto l’albero. Doverosa premessa: non si tratta di una classifica nè di una selezione attenta ed accurata. E soprattutto, vi dico subito che non ho letto tutti i libri che troverete qui sotto. Ma mi piaceva l’idea di raccogliere gli spunti e le piccole scoperte che ho fatto curiosando in queste ultime settimane, anche perchè vengono da case editrici piccole e piccolissime di cui è bello parlare.

Ecco dunque la mia personalissima, casuale, variegata lista di segnalazioni natalizie. Buona lettura!

libri su ParigiIrène Némirovsky, “La sinfonia di Parigi e altri racconti”: così si chiama questo libro di 96 pagine pubblicato a novembre da Elliot Edizioni. E che raccoglie tre racconti inediti nei quali la scrittrice sperimenta nuove forme di scrittura ispirate al linguaggio cinematografico. Si tratta di storie tradotte e pubblicate per la prima volta in Italia.

Perchè non alimentare già nei bimbi il fascino del viaggio e della scoperta? Non è necessario andare lontano. “Conquà e il mistero del tramonto scomparso” (Miraggi Edizioni) è un giallo a misura di bambino dove Nico e l’orsetto Conquà devono risolvere il mistero. E per farlo devono attraversare Torino in lungo e in largo, così che l’indagine diventa un modo divertente per far conoscere ai più piccoli conquala città, i suoi quartieri e i suoi monumenti. Idea originale vero? E il libro contiene anche una vera e propria guida turistica con la quale i piccoli lettori possono divertirsi a creare i propri itinerari di Torino insieme ai genitori.

Libri su RomaIl percorso è dei più matti, la modalità “a casaccio”, il linguaggio maleducatissimo, la parola d’ordine risparmio”:  anche questo si legge nella scheda di presentazione di “Roma Underground”, pubblicato da Aliberti Editore, dove la giovane autrice, Laura Mancini, romana doc, fa di tutto per non raccontare l’ennesima Citta Eterna dei grandi monumenti e dei personaggi celebri che l’anno attraversata. Tanto che dà l’idea di essere più una guida da regalare ai romani desiserosi di saperne di più della loro città, più che ai classici turisti, o magari anche a loro, ma a quelli più “sgamati”.

Manuale per turisti e guida per gli autoctoni: ecco due definizioni che ben si accordano per un altro libro che va alla scoperta di un territorio italiano, e che territorio! Parliamo del Salento, da anni ormai un luogo alla moda, e scusate se in queste righe sarò meno obiettiva del solito: il Salento è la mia terra e, dunque, lo dico, sono sfacciatamente di parte! CoverSalentini.aiMa “local” è anche l’autore (Piero Manni) di questo libro dal titolo eloquente: “Salentini. Guida ai migliori difetti e alle peggiori virtù”, Edizioni Sonda. Inutile dire che l’ho letto tutto di un fiato (a brevissimo troverete qui la recensione completa) e lo consiglio a chi stia programmando una vacanza in Salento perchè con l’obiettivo di raccontare i salentini fa un bel compendio del territorio, delle sue tradizioni, dei suoi luoghi e delle sue manie, con ironia dispensata a piene mani.

Libri su berlinoAncora guide, ma non prettamente turistiche. Sono quelle di Laurana Editore che stanno via via nascendo sulle orme di Michele Monina e del suo Grand Tour de Force, di cui ho parlato qualche tempo fa: 12 mesi a visitare altrettante città europee, ma anche a scriverne in presa quasi diretta, un libro per città, tutti per Laurana Editore. Stesso schema e stessi standard: 160 pagine a libro. Sei finora i titoli pubblicati. Ultima arrivata, “Berlino non ha muri”.

Siete anche voi , come me, affascinati dalle immagini in bianco e nero? Se amate anche la Sicilia, ecco un bel libro fotografico di PostCart. Si chiama Breviario Siciliano, di Andrea Attardi, e raccoglie sessantatré immagini in bianco e nero scattate nell’arco di venticinque anni, dal 1984 al 2009. Una Sicilia che vuole essere lontana dagli stereotipi e dalle icone classiche del mare e dei templi. cover_breviario_bassa

UltimoBarSinistraInfine, gioco in casa. E segnalo un progetto originale che ha preso forma praticamente una manciata di strade e isolati da dove vi sto scrivendo. Avete presente quella Via Padova di Milano che spesso (e purtroppo) balza agli onori delle cronache per fatti di delinquenza, violenza, e altro? In realtà questa lunga arteria raccoglie anche tante iniziative di integrazione e laboratori di sperimentazione, civici e culturali. Come questa raccolta di racconti noir nata per festeggiare i cinque anni dello Spazio Ligera, enoteca e non solo, di via Padova appunto, e che dal 2011 conta anche su Ligera Edizioni. Ventidue autori, ventuno racconti, una poesia in duecento pagine che si snodano idealmente lungo i 4 km della strada multietnica di Milano per definizione.