Quell’incipit che abbiamo da sempre nel cassetto… questo weekend mettiamolo in gioco!

image“Era una notte buia e tempestosa…”.

Avete presente Snoopy e la sua macchina da scrivere in cima alla cuccia e alle prese con la scrittura?

Ecco, oggi metto per un po’ da parte Expo 2015 e Milano, ma tornero’ presto a parlarne, di cio’ che e’ stato e di cio’ che accadra’, e vi auguro buon fine settimana con un gioco social, con cui magari avete voglia di cimentarvi in queste giornate di relax! E si’, ha proprio a che fare con gli incipit. E visto che si gioca sui social, diventa #twincipit ed è un’iniziativa per promuovere la scrittura lanciato da IoScrittore. Continue reading “Quell’incipit che abbiamo da sempre nel cassetto… questo weekend mettiamolo in gioco!”

Per non dimenticare. Giornata della memoria

Oggi, lo sapete, è la Giornata della Memoria. Non sapevo bene cosa scrivere per rendere omaggio anche io alle vittime dell’Olocausto. E allora ho deciso di dedicare loro, semplicemente, una foto. È questa qui, è la Risiera di San Sabba e l’ho scattata quasi due anni fa in viaggio in una città meravigliosa, e di confine, Trieste. Anche per ricordarci che la Shoah, e il destino non solo di ebrei, ma anche di omosessuali, disabili, avversari politici, in quegli anni si compiva anche a due passi da casa nostra. E partiva per esempio da una stazione, quella di Milano, e il suo Binario 21. Altro memoriale che consiglio vivamente di visitare.
E io invece resto in attesa di vedere, prima o poi, il luogo simbolo dell’orrore, Auschwitz.
#pernondimenticare

image

Un nuovo, bellissimo viaggio chiamato Mattia…

IMG_20141120_022440Cari amici!
Come state? Vi chiedo di scusarmi per la mia latitanza delle ultime settimane. E di perdonarmi se anche nel prossimo futuro pubblicherò con meno frequenza. Dal 4 novembre scorso, infatti, c’è un nuovo, piccolo e immenso progetto di cui mi devo occupare. Un progetto che è arrivato a scombussolarci – felicemente – la vita.

Il 4 novembre scorso, infatti, è nato il mio bimbo Mattia! 3,050 kg e 50 cm di pura meraviglia…

Auguri a lui, piccolo cucciolo d’uomo che spero diventi anche un piccolo grande viaggiatore e lettore, sempre con la voglia e la curiosità di conoscere il mondo e l’entusiasmo di lasciarsi stupire, sempre.

Libri e viaggi su Twitter? Vi racconto gli hashtag da seguire (prima puntata)

twitter hashtag libri da seguireTra le esperienze più belle ed entusiasmanti che ho vissuto e continuo a vivere grazie a questo blog ce n’è sicuramente una: l’aver scoperto un ricco e vivo mondo social che ama i libri, e ne parla, e ama anche viaggiare con i libri. Viva Twitter: grazie ai cinguettii ho conosciuto, ed incontrato virtualmente (e spesso, con gioia, anche dal vivo!) tante persone e tante iniziative interessanti, ho imparato cose nuove, ho scoperto modi nuovi di valorizzare i territori attraverso la letteratura e i libri attraverso il loro racconto dei luoghi. E allora ho pensato che dovevo condividere con tutti voi queste cose belle perchè è un dovere farle conoscere e il passaparola porta sempre buoni frutti. Per cui pronti, via, ecco un breve viaggio (che spero di arricchire ed aggiornare spesso!) tra gli hashtag da seguire su Twitter se amate leggere e viaggiare.

Cityteller è l’App turistico-letteraria di cui parlo spesso e che racconta le città attraverso i libri. @Casalettori è l’account twitter gestito da una vera appassionata di libri che ha saputo davvero diventare un “tetto” virtuale per tutti gli amanti della lettura e del piacere di condividerla sul social. Si sono incontrati e nel corso delle settimane hanno dato il via ad una serie di belle e affollate conversazioni sui libri e sui viaggi, guidati da una serie di hashtag che raccolgono intorno a sé citazioni, suggerimenti di lettura, consigli, scambi di segnalazioni e tanto entusiasmo. Li volete seguire anche voi? Ecco quali hashtag cercare: #librieluoghi, #libriinviaggio, #libriinvaligia, #libridalmondo, #visitoilmondo. A questi aggiungo l’hashtag lanciato dal blog Trippando, #leggendoviaggi.

Avete mai provato a fare della Twitteratura? Prendere un testo letterario e “riscriverlo” insieme su Twitter, citandone i capitoli, le frasi, le sensazioni, immagini ad esso legate. C’è chi ha deciso di farlo trasformandolo in uno storytelling letterario del territorio. Si chiama #letteraTER ed è il progetto di Turismo Emilia Romagna (tra l’altro tra le istituzioni virtuose e pioniere dei progetti innovativi che usano al meglio i social media per fare turismo) che invita tutti ad una riscrittura condivisa e collettiva di un testo, raccogliendo al tempo stesso suggestioni, immagini, musiche, video, emozioni. Il tutto, naturalmente, che “parli” di Emilia Romagna. E così nei mesi scorsi c’è stata la raccolta delle segnalazioni di testi ed autori emiliano-romagnoli, con una prima selezione e l’invito a votare il titolo preferito. Poi, si è partiti, con la trasposizione digitale del testo e una manciata di regole per farlo: vale a dire una certa aderenza al contenuto ed il libero gioco delle associazioni dell’immaginazione.
Un modo di tuffarsi nelle parole lasciate dagli scrittori per trovare, o ritrovare, il rapporto con il territorio.
Per il debutto è stato scelto “Rimini” di Pier Vittorio Tondelli. Appuntamento tutti i mercoledì alle 21.30 su Twitter ovviamente. Volete scoprire cosa è stato twittato finora? Basta cercare l’hashtag #letteraTER, mentre per i capitoli finali ci si ritrova a settembre.

E se invece volete dilettarvi con un viaggiatore illustre, letteraTER ha anche un “fratello” in inglese, #ERTstory, e una missione: riscrivere insieme su Twitter il celebre “Viaggio in Italia” di Johann Wolfgang Goethe.

E, qualunque storia stiate leggendo in questi giorni, di viaggio ma non solo, non posso non segnalarvi la bella idea del selfie letterario lanciata dai Nomadi di Parole, il collettivo artistico di Milano che i libri ha deciso di “rappresentarli” mettendoli in scena al posto delle solite presentazioni tradizionali. Quali sono i vostri libri dell’estate 2014? Leggete, scattate e inviate il selfie con il vostro libro (o i libri) che vi stanno accompagnando in questi mesi. Naturalmente condivideteli con l’hashtag #ioleggo sui canali social dei Nomadi di Parole, su Facebook e Twitter.

Questa vuole essere solo una prima puntata, conto di tornare a parlare presto di consigli su chi seguire nel mondo Twitter se volete leggere e parlare di libri e viaggi. Alla prossima!

Vi è piaciuto il blog? Seguitelo anche su Facebook

The Versatile Blogger, un passaparola che mi piace!

The Versatile Blogger

“The Versatile Blogger”, cos’è?
Lo ammetto, la prima reazione a leggere queste parole è stata di perplessità. Non mi ci ero ancora imbattuta ma c’era qualcuno che mi stava dicendo che aveva apprezzato il mio blog e mi conferiva anche un premio, davvero? Ci ho messo un po’ a capirlo, ma quando ho realizzato di cosa si trattasse ne sono rimasta onorata. The Versatile Blogger è un “passaparola” virtuoso, blogger in giro nella Grande Rete che vengono premiati da altri blogger e a loro volta regalano ai lettori una propria, personalissima, top 10. Anzi, Top 7, o Top 14?
Frugando nel web infatti ho rintracciato almeno tre versioni diverse di The Versatile Blogger, ma in fondo che importa, l’essenziale è sapere che qualcuno, là fuori, ci legge e ne trae piacere. Così eccomi qua, con la mia versione (forse) riveduta e corretta. Esperti in ascolto, se volete dire la vostra ogni riepilogo è ben accetto..

Step1

Innanzittutto, i ringraziamenti. A Gaia, blogger letteraria di Soprattutto Storie. E’ lei che ha scelto Che Libro Mi porto e le sono grata.

Step 2

Ed ora il regolamento: se ho capito bene, devo “raccontarvi” sette cose su di me.. Da dove partire? Proviamoci (in ordine sparso)!
1. Leggere e viaggiare, viaggiare e leggere, se potessi lo farei in continuazione
2. Le città che adoro? Berlino e Parigi, e New York, ma ci sono stata solo una volta e non posso dire di conoscerla bene (quindi è giunto il tempo di approfondire questa conoscenza)
3. Mare o montagna? Da salentina doc, il giudizio è netto: amo il mare, mi dà pace, mi ricorda casa
4. Non ho la macchina, non guido, uso i mezzi pubblici e sono convinta che si possa vivere benissimo anche così
5. Vivo a Milano, e mi sono presa a cuore una “mission”: spiegare a chi non ci vive che non occorre essere ricchi per starci bene, perchè ci sono una miriade di eventi ed iniziative belle e gratuite o quasi (chissà, forse un giorno metterò anche questo in un blog)
6. Se poi dobbiamo andare sul personale, amo i gatti più dei cani, e li fotografo ovunque mi capitino a tiro, soprattutto in viaggio
7. Una grande libreria ed un grande terrazzo: ecco cosa non dovrebbe mancare nella mia casa ideale. Se un giorno la troverò, ve lo dirò.

Step 3

E ora il momento più importante: vi devo segnalare altri sette blog da non perdere. Ma devo prima fare una premessa doverosa: potrei non aver afferrato bene la versione “giusta” del Versatile Blogger: lista tematica? Blog nati da poco? Nessun “paletto”? La confusione si è impadronita di me mentre pensavo a questo post, e allora ho deciso di fare di testa mia. Miei cari lettori, ecco a voi i miei Versatile Blogger di viaggi & affini.

Travellovers.it 
Va’ a quel Paese
Viaggi e Virgola
Lili Madeleine
Thats’s Good News Blog 
Via che si va
Orizzonti

Mi piace! In futuro vi dedicherò altri “must read”. Restate sintonizzati!