Un carnet de voyage per le prossime vacanze, ma ecologico, garantisce Comieco

taccuino eco di viaggio ComiecoChe bella sorpresa oggi rientrando a casa. Nella cassetta della posta c’era il taccuino che vedete qui in foto, si chiama “Eco di viaggio” ed è un taccuino speciale perchè all’idea romantica di rilanciare i gloriosi carnet de voyage unisce un intento educativo (ed un concorso, che non fa mai male). Lo avevo infatti richiesto online a Comieco, (il Consorzio Nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica), e lo potete fare anche voi sul suo sito. Vi arriverà a casa (nel mio caso ci ha messo circa una settimana) questo quadernetto dalla copertina rigida realizzato in carta riciclata e al 100% riciclabile.
Un quadernetto che sfida l’immediatezza e il bruciarsi veloce dei social (è lì, ormai, che raccontiamo le nostre vacanze) e al posto della condivisione ci propone l’annotazione: pensieri, spunti, schizzi, tutto quello che ci serve a mettere il viaggio nero su bianco.

L'introduzione di Giuseppe Cederna
L’introduzione di Giuseppe Cederna

“E’ il mio taccuino. La mia riserva di storie in attesa di risvegliarsi e riportarmi dall’altra parte del mondo, in un altro quartiere della mia città, in un altro tempo della mia vita… Ti basta aprirlo e lui parla: odori fulminanti, sapori dimenticati, foglie secche, pallidi fiori trasparenti come ostie, vecchie ricevute, biglietti da visita, notti sotto le stelle e attese. Le attese soprattutto”

E’ Giuseppe Cederna – attore, scrittore e soprattutto grande viaggiatore – che così descrive il suo personale e profondo rapporto con i taccuini nell’introduzione a Eco di Viaggio. E anche le pagine successive ospitano brevi citazioni di scrittori e viaggiatori, da Bruce Chatwin al nostro Paolo Rumiz, e poi Robert Louis Stevenson, Luis Sepulveda, Tiziano Terzani, Herman Hesse e altri.

Giusto per dare un indirizzo al moderno voyageur il taccuino è suddiviso in sezioni, che noi dedicheremo di volta in volta a persone, luoghi, sapori, idee. E, in fondo, pagine dedicate all’ambiente, con spazi bianchi da riempire con idee curiose sull’ecologia, perchè no, annotando le buone pratiche che – si spera – avvisteremo intorno a noi in vacanza.
Tutto qui? Non solo. Poichè serviva evidentemente ingolosire anche con qualcosa di più, c’è anche un concorso estivo che mette insieme il taccuino e le foto che scatteremo. Se vi interessa, il sito di Comieco spiega tutto. Però stavolta per vincere dovremo sfoderare le nostre migliori capacità social (in breve, vince la foto con più like), non basterà lo spirito retrò.

Published by

Mariangela Traficante

Benvenuti! Se volete diventare turisti letterari e vi piacciono anche i libri di viaggio, eccomi qui. Sono Mariangela, giornalista e blogger, e abbiamo una passione in comune: viaggiare con un libro in mano, ma non solo! Vi racconto di luoghi di libri e di scrittori. Provo a consigliarvi cosa leggere prima di partire, e a lasciarvi ispirare da un libro di viaggio, da un racconto e, perché no, anche a scrivere il vostro!

Grazie per aver letto questo articolo! Se vorrai lasciarmi un tuo commento ne sarò felice!