#viaggibambini. Ecco Italy for Kids, che “disegna” le città italiane per i più piccoli

mappa di Milano per bambini

Mi piace spesso immaginare come sarà viaggiare insieme al nostro bimbo tra qualche anno. Quando camminerà e farà domande e sarà bello e divertente scoprire insieme nuovi luoghi, o tornare in quelli amati da noi mamma e papà per raccontarli anche a lui. Sarà diverso dai viaggi fatti finora, ma come? E quanto? Sarà sicuramente speciale, ed è anche pensando a quel momento che ora mi piace “mettere da parte” idee e spunti per viaggiare in famiglia. Come quella che vi racconto oggi.

State programmando una gita a Milano con i bambini quest’autunno?

Sappiate che potrete coinvolgerli nel viaggio con una mappa della città pensata per loro. Ma lo potete fare anche a Torino e, presto, a Roma. Oggi torno a raccontarvi i #viaggibambini, ovvero tutto quello che gira intorno a guide, libri di viaggio e, appunto, mappe, per famiglie viaggiatrici e per far appassionare alla scoperta del mondo anche i più piccoli. E lo faccio con Italy for Kids. E’ una casa editrice che vuole raccontare le città italiane ai bambini. Ed è nata dall’idea di Sara Dania e Donata Piva, due professioniste della comunicazione, editoria e digitale e, ovviamente, viaggiatrici in famiglia. Sono mappe colorate, grazie alle illustrazioni di Mattia Cerato, “abitate” da gente comune, personaggi famosi e simboli cittadini. La mappa di Milano per esempio ospita Leonardo, le Colonne di San Lorenzo, l’Ago e Filo e i tram. E sono giocose, con stickers e giochi come i puntini da unire, le differenze da scovare, il labirinto.
Come è nata l’idea? E soprattutto cosa significa realizzare una mappa per i più piccoli, quali sono gli ingredienti che non possono assolutamente mancare? L’ho voluto chiedere direttamente a loro, a Sara e Donata. Ecco cosa ci raccontano, buona lettura!

Ci potete raccontare come è nata questa idea? Avete coinvolto genitori, piccoli lettori, altri soggetti nella realizzazione?

L’idea nasce, come spesso accade, da un mix di esperienza e passione. Ci piace andare alla scoperta dei posti e per farlo usiamo spesso le mappe, anche con i nostri figli.
Viaggiamo in modo diverso, Donata predilige la bici io il treno, ma con la stessa attitudine. C’è l’esperienza di genitori che vogliono coinvolgere i bambini in un’avventura, credendo fermamente che le avventure spesso nascono dal giusto sguardo, c’è la passione per il viaggio, per le mappe e… una discreta competenza in ambito editoriale.
Tutti questi fattori hanno contribuito nella definizione della nostra idea.
Ovviamente i nostri figli sono i nostri primi tester!

Quali sono le caratteristiche fondamentali che deve avere mappa pensata per i bambini?

Deve in primo luogo essere una mappa, ovvero uno strumento utile per orientarsi e non solo una bella illustrazione.
Deve essere accativante e coinvolgente perché – come ci piace dire citando Calvino – le mappe sono bellissime storie da raccontare.
Deve essere personalizzabile per accogliere l’esperienza soggettiva del bambino che la usa: è la sua mappa, la sua avventura“.

E in generale, quali dovrebbero essere secondo voi gli “ingredienti” essenziali per coinvolgere i bimbi nella passione del viaggio?

“La curiosità, soprattutto. Un atteggiamento utile sotto molti punti di vista.
La curiosità presuppone anche ricerca e scoperta, elementi emozionanti non solo per i più piccoli”.

Da quale età consigliereste l’uso delle vostre mappe?

Da un punto di vista didattico, perché la mappa sia fruibile come strumento per l’orientamento sono necessarie competenze cognitive che si acquisiscono dagli 8 anni.
Ma per incantarsi con un’illustrazione, seguire un percorso con il ditino, pasticciare il retro, appiccicare l’adesivo preferito… ne bastano la metà!

Dopo Milano e Torino avete già in cantiere le prossime città?

Stiamo lavorando a Roma. Sarà bellissima :)

Dove si possono trovare le vostre mappe?

Al momento, le mappe sono disponibili nei negozi LaFeltrinelli, presso i punti vendita LaCittàDelSole e online su IBS.it. Ma ci sono hanno scelto anche tanti Musei e librerie indipendenti. L’elenco sempre aggiornato è sul nostro sito“.

Avete in programma, o state magari già realizzando, iniziative collaterali sempre dedicate al tema del viaggio e della scoperta del territorio per i più piccoli?

Siamo sempre in fermento e abbiamo in media una nuova idea al giorno. In questa fase però, considerato anche che siamo partite da soli sei mesi, pensiamo sia giusto concentrarci sulle mappe per arrivare presto in altre città. Più che altro, sono in molti a chiederci quando arriviamo a Firenze o a Venezia e non possiamo deludere i nostri fan, soprattutto quelli piccoli!

Published by

Mariangela Traficante

Benvenuti! Se volete diventare turisti letterari e vi piacciono anche i libri di viaggio, eccomi qui. Sono Mariangela, giornalista e blogger, e abbiamo una passione in comune: viaggiare con un libro in mano, ma non solo! Vi racconto di luoghi di libri e di scrittori. Provo a consigliarvi cosa leggere prima di partire, e a lasciarvi ispirare da un libro di viaggio, da un racconto e, perché no, anche a scrivere il vostro!

Grazie per aver letto questo articolo! Se vorrai lasciarmi un tuo commento ne sarò felice!