Doniamo una biblioteca ai bambini colpiti dal terremoto: nasce l’Operazione Bianconiglio

Terremoto Centro Italia: Operazione BianconiglioLeggere un libro è un bisogno primario? Sì, specialmente se ha un significato importante: tornare alla vita di tutti i giorni, quella “normale” spazzata via da una tragedia. Perché leggere è un piacere, ed è giusto che faccia parte della nostra vita. Per questo voglio condividere con voi questa bella iniziativa, anche se stavolta si parla di libri in viaggio in modo diverso, ma con un grande cuore.

Oggi vi parlo dell’Operazione Bianconiglio, partita nei giorni scorsi da una libreria milanese. L’obiettivo? Costruire insieme una biblioteca per ragazzi e portarla al più presto nelle zone del Centro Italia. Sono stati i librai di Gogol and Company a lanciare il tamtam, e ora cercano la nostra partecipazione.

Operazione Bianconiglio nasce pensando ai bambini e ai ragazzi che stanno vivendo nei territori colpiti dalle scosse di terremoto in Centro Italia, e ha fretta di realizzarsi. Il progetto che i librai si propongono è di dare vita, in poco tempo, a una biblioteca autogestita e autogestibile da poter far arrivare velocemente nelle zone colpite dal sisma.

In questi giorni, grazie al lavoro di tante associazioni, stanno prendendo forma tende dedicate all’infanzia, noi vorremmo riempire queste tende con i libri, renderli fruibili con un sistema che renda la catalogazione e la gestione dei libri facile e intuitiva, per creare un angolo di lettura dedicato ai più giovani”, spiegano i librai proprio sulla pagina Facebook dedicata all’iniziativa, e che vi linko qui per sapere cosa possiamo fare tutti.

L’Operazione Bianconiglio è diretta infatti a tutti, ai lettori che vogliano acquistare libri da donare, agli editori, alle librerie, specie quelle di Milano e provincia per ragioni logistiche: a ogni libraio si chiede di raccogliere i libri venduti e catalogarli con bollini colorati secondo fasce di età (blu: 0-2 anni / verde: 3-5 anni / giallo: 6-10 anni / rosso: 10-14 anni).

Gli editori possono spedire a Gogol and Company tutti i titoli che ritengono opportuno regalare alla biblioteca, segnalado la tipologia / fascia d’età.

Anche chi non è a Milano può partecipare: basta indicare a Gogol and Compay o a una delle librerie indipendenti di Milano e provincia che aderiscono al progetto che cifra si vuol spendere per l’acquisto dei libri.
Appello anche agli enti e alle associazioni che vogliano dare il proprio contributo.

Volete saperne di più? Ecco di nuovo la pagina Facebook con tutte le informazioni e i contatti: Operazione Bianconiglio

Conoscete altre iniziative simili a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto? Se vi fa piacere segnalatele nei commenti, grazie!

In viaggio con i bambini? In Italia il ristorante ora si trova con Happy Beans

ristoranti con bambini mangiare con i bambiniBuon lunedì!

Inizio la settimana con una novità che sicuramente piacerà a chi di voi ha bimbi (più o meno) piccoli. E quindi mi ci metto anche io che ho appena iniziato a testare i viaggi in tre!
Quali sono le cose da fare per viaggiare con i bambini? Preoccuparsi del bagaglio giusto, certo, di giochi ed intrattenimenti vari magari se ci sono lunghe attese da ingannare, di farli stare a proprio agio senza rinunciare però neanche noi genitori alla nostra tranquillità. E qual è uno di questi momenti in viaggio (ma anche semplicemente in un’uscita o una gita fuori porta)? Continue reading “In viaggio con i bambini? In Italia il ristorante ora si trova con Happy Beans”

Viaggio a briglia sciolta nella fantasia: c’è un posto dove i bambini costruiscono la città dei libri

credits - Kasa dei Libri
credits – Kasa dei Libri

Seconda stella a destra, questo è il cammino

Anzi no: secondo libro a destra, questo è il cammino… Prendo in prestito questa suggestiva rivisitazione della canzone di Edoardo Bennato proprio dalla Kasa dei Libri, che è il luogo, e insieme il deus ex machina, della bella iniziativa di cui vi parlo oggi. Kasa dei Libri è un luogo un po’ libreria, un po’ galleria, un po’, appunto, casa cme puo’ esserla quella di un appassionato di libri, a Milano (qui ve l’avevo raccontata) e proprio a Milano, Città del Libro 2015, sta ospitando un piccolo mondo, un’isola che c’è, anzi una città, la #cittàdeilibri così come la immaginano i più piccoli.

L’idea è belllissima e mette insieme i libri e i viaggi (reali o della fantasia?), i bambini e il teatro.

Continue reading “Viaggio a briglia sciolta nella fantasia: c’è un posto dove i bambini costruiscono la città dei libri”