Dal tramonto all’alba: il 18 giugno fate le ore piccole in libreria

Letti di Notte la Notte bianca dei libriOgni luogo racconta una storia e ogni libro racconta un luogo.

E’ un fil rouge per me, e per tanti di voi che amano viaggiare sulle tracce (e in compagnia) dei libri. E quindi sono stata attratta come una calamita dall’evento condiviso di cui sto per parlarvi!
Dal tramonto all’alba, la prima notte d’estate, o lì nei dintorni. “Lampadine” culturali che si accendono in giro per l’Italia e col favore del buio le pagine prendono vita. Non è magia (o forse sì, quella che ci fa provare un’attrazione irresistibile per i libri), ma una notte vera, si chiama Letti di Notte, è la Notte dedicata al libro ed alla lettura e la organizza dal 2012 l’associazione culturale Letteratura Rinnovabile.

Ogni anno nella prima notte d’estate (o appunto giù di lì) 200 luoghi d’Italia tra librerie, biblioteche, musei, teatri e piazze si animano per festeggiare la lettura con iniziative creative: reading, spettacoli, giochi.

Libri in viaggio, davvero, perchè la magia della parola rimbalza da una città all’altra e quest’anno più che mai.

Continue reading “Dal tramonto all’alba: il 18 giugno fate le ore piccole in libreria”

Alla ricerca di Shakespeare: 400 anni dalla British Library a Stratford-upon-Avon e ritorno

itinerari Shakespeare anniversario
Vivien Leigh ( Titania) da A Midsummer Night’s Dream al The Old Vic Theatre, 1937. credits J W Debenham

La riconoscete? E’ Vivien Leigh, ovvero l’indimenticabile Rossella O’Hara nel celebre Via col Vento del 1939. Due anni prima, nel 1937, il suo sguardo penetrante e impertinente impersonava Titania, la regina delle Fate di A Midsummer Night’s Dream, e la recitava all’Old Vic Theatre di Londra. Questa e altre storie “shakespeariane” saranno svelate tra poco, alla British Library, in una mostra dedicata a William Shakespeare. Perchè, lo sapete, il prossimo 23 aprile ricorrono i 400 anni della morte di William Shakespeare e tutto il Regno Unito, e buona parte del mondo, è in fibrillazione tra eventi, celebrazioni, festeggiamenti in onore del Bardo.
Così ho deciso di raccogliere qui per voi una prima piccola panoramica su quel che succederà e soprattutto su dove cercare informazioni interessanti per un itinerario dedicato a William Shakespeare.

Continue reading “Alla ricerca di Shakespeare: 400 anni dalla British Library a Stratford-upon-Avon e ritorno”

A Fa’ la cosa giusta per scoprire il viaggio consapevole dei sentieri (anche urbani)

turismo responsabile a Fa' la cosa giusta
credits Luana Monte

Risveglia la città.

Recita così – e poi vi racconterò anche perchè – lo slogan di un appuntamento che per me è ogni anno irrinunciabile a Milano. Parlo di Fa’ la cosa giusta, ovvero la fiera (anche se chiamarla così sembra quasi riduttivo) del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. La seguo con entusiasmo dagli albori, tredici anni fa, e ora mi preparo alla nuova edizione, questo weekend, dal 18 al 20 marzo (a fieramilanocity). Quello che mi piace, di Fa’ la cosa giusta, è che riesce a coinvolgere tutti gli svariati aspetti della nostra vita quotidiana. Perchè quando si pensa ad un consumo critico spesso ci si fa venire in mente quasi esclusivamente l’alimentazione. E invece si possono sempre compiere scelte consapevoli, facendo la spesa, muovendosi, acquistando un regalo. Oppure viaggiando, ovviamente. In modo responsabile, slow, etico. E il turismo responsabile a Fa’ la cosa giusta conta sempre su ampi spazi (ecco l’intervista ai creatori di Wonderway che avevano raccontato la Milano emozionale l’anno scorso), che poi sfociano spesso in altrettante letture, perchè Terre di Mezzo, che la organizza, è anche una casa editrice molto attenta ai temi del turismo sostenibile.

 

credits Alessia Gatta
credits Alessia Gatta

E quindi, se anche voi come me state programmando di partecipare a Fa’ la Cosa Giusta (qui il programma), ho raccolto per voi alcuni spunti di quello ci sarà in fiera per chi ama viaggiare (e leggere di viaggi) anche in modo insolito.
Tra i progetti speciali di quest’anno ci sono i Percorsi a piedi e Grandi itinerari italiani ed europei, e non poteva essere altrimenti in occasione dell’anno nazionale dei Cammini, che coincide anche con il Giubileo straordinario. E in effetti il viaggio a piedi è quello più slow e a meno impatto che si possa immaginare.
Cammini di storia e di fede come la Via Francigena, il Cammino di Santiago, il Cammino di San Benedetto e di San Francesco.

  • Venerdì 18 marzo, ad esempio, si parlerà del Cammino di San Benedetto tra Subiaco e Montecassino, con focus storico-culturale tra abbazie e santuari nel Lazio

  • Sempre venerdì 18 marzo, alle 18, si racconterà l’esperienza di chi ha già percorso la Via Francigena

  • L’Umbria porterà in fiera la Via di Francesco e i Cammini Francescani

  • Domenica 20 sarà presentata “La Via di Francesco”, guida e taccuino per il viaggio (Touring Editore) con l’autore Fabrizio Ardito.

Per chi ama viaggiare a piedi, nello Spazio Percorsi di Terre di mezzo ci sarà la possibilità di incontrare gli autori delle guide ai Percorsi a piedi e in bicicletta di Terre di mezzo Editore.
Si racconterà anche il portale Piuturismo (lo trovate allo stand TC05 pad.3), che ha l’obiettivo di creare una grande community di viaggio attenta all’ambiente raccogliendo luoghi, itinerari, strutture ricettive sostenibili.
Poi il turismo urbano, uno dei miei preferiti.

turismo responsabile a Fa' la cosa giusta
La cooperativa La Paranza porterà alla scoperta delle Catacombe di Napoli, mentre l’associazione Borghi Autentici d’Italia racconterà (sabato 17 in Piazza Territori resistenti) un nuovo progetto dove i turisti saranno considerati “cittadini temporanei” del borgo (e sono decisamente curiosa di scoprire come).

Milano e l’ispirazione insolita

Ma ci sono in particolare due progetti che mi hanno colpito e non poteva essere altrimenti: coniugano il turismo sostenibile con la riscoperta e la valorizzazione del proprio “sotto casa”, delle strade e delle storie che incontriamo tutti i giorni. sono dedicate a Milano. Una si chiama proprio “Risveglia la città: mappa partecipativa dei luoghi d’ispirazione urbani” (ricordate lo slogan all’inizio dell’articolo?): sarà un laboratorio in cui i partecipanti potranno condividere i propri luoghi d’ispirazione, che si trasformeranno in icone grazie alla mano di un illustratore e magari nasceranno nuovi percorsi turistici di Milano da scoprire.

Come, per esempio, a piedi. E’quello che ha deciso di fare il progetto Sentieri Metropolitani: con Gianni Biondillo, architetto-scrittore che i luoghi ama scoprirli camminando, come ha fatto a Milano, voltando le spalle al Duomo e arrivando fino a Rho.

Ps: per accompagnare questa cascata di spunti viaggianti ve ne lascio un ultimo, Speziale, un’area dedicata al thè ed alle spezie. Non propriamente turistico, ma è un modo per scoprire il mondo, e si abbina ottimamente anche a un bel libro.

Anatre, librerie e cinema: il Giovane Holden di J.D. Salinger fa visita a Milano

Il Giovane Holden di J.D. Salinger
Dove vanno le anatre – la serata di Tribook dedicata al Giovane Holden di J.D. Salinger a Milano

“Ha presente le anatre che ci sono nel laghetto vicino a Central Park South? Quello piccolo? Lei per caso sa dove vanno, quelle anatre, quando l’acqua si ghiaccia? Non è che lo sa?”

Mettete insieme un romanzo cult (l’avete riconosciuto, vero, il‪ ‎Giovane Holden di J.D. Salinger‬?), una giovane piattaforma online dedicata alle librerie indipendenti e un cinema piccolo ma “di culto” a Milano: ecco le cose belle e le sinergie che possono nascere in nome della cultura e della capacità di farla e diffonderla in maniera innovativa.
Oggi infatti voglio condividere con voi un evento che si terrà il prossimo 28 febbraio a Milano. Milano che diventa un po’ New York (con le sue ricche suggestioni letterarie), e d’altronde non è stato siglato proprio l’anno scorso un gemellaggio tra la città meneghina e la Grande Mela, per la reciproca promozione turistica?

Central Park New York
New York Central Park credits Mariangela Traficante

E qui si tratta, in fondo, di turismo letterario. La serata in onore del Giovane Holden di J.D. Salinger è organizzata infatti da Tribook, una giovane piattaforma che vuole valorizzare i librai indipendenti di Milano, li mette in rete e in contatto con i lettori (ne avevo parlato qui l’anno scorso)

Continue reading “Anatre, librerie e cinema: il Giovane Holden di J.D. Salinger fa visita a Milano”

Sfidarsi in libreria: pronti all’Italian Book Challenge?

librerie indipendenti italianeIl Mio Libro. Le Notti Bianche, La Libreria Volante, Libreria al Sette, Farollo e Falpalà. Cinque nomi, quelli di cinque librerie indipendenti italiane dietro i quali si celano altrettante storie. storie di progetti, di sogni e di fatica per farli avverare e crescere. Sono quelli di – rispettivamente – Cristina Di Canio a Milano, Ludovica Giuliani a Vigevano, Serena Casini a Lecco, Chiara e Francesco a Firenze. Sono loro, i “Librai coraggiosi”, presentati da Chicca Gagliardo, protagonisti di un appassionante incontro domenica scorsa, al festival Writers di Milano.

Italian Book ChallengeLibrai coraggiosi perchè hanno deciso di fare corpo al loro sogno, nonostante tutto: nonostante chi inviava loro notizie di librerie che chiudono, nonostante il rischio di mollare un posto fisso, nonostante quello di lanciarsi in coppia o di sentirsi dire “tanto qui non legge nessuno”.
E invece ascoltarli dà entusiasmo, e voglia di fare.

E sapete cosa mi è piaciuto soprattutto? Lo spirito della condivisione e del sentirsi parte di una (bella) comunità. Tra loro, i librai, che chiacchierano in una chat social, si passano consigli e case editrici che viaggiano da sud a nord e viceversa e approdano sugli scaffali. E con i lettori (ci ho fatto caso dopo: credo che nessuno di loro li abbia mai chiamati clienti: importante no?): via a uno scambio di impressioni, consigli, letture. La libreria la fanno i lettori, dicono i cinque, e la libreria colora un quartiere e mette i mattoncini per i lettori di domani (una di queste librerie, infatti, Farollo e Falpalà, è dedicata a bambini e ragazzi).

E lancia le sfide: se vi piacciono, segnatevi questa.

Continue reading “Sfidarsi in libreria: pronti all’Italian Book Challenge?”

Quando i luoghi raccontano insieme ai libri: quattro eventi letterari in arrivo a Milano

festival letterari a MilanoSfogliare libri e sentir parlare di scrittura, lettura, arte, storie in luoghi che già di per sè hanno qualcosa da raccontare.

Ecco cosa mi piace, e tanto, degli eventi letterari e sono felice quando riesco a parteciparvi. Ascoltare uno scrittore scoprendo al tempo stesso la sala di un palazzo storico o un luogo della memoria. Per questo sono contenta quando eventi così si avvicinano e voglio condividere con voi quello che accadrà nelle prossime settimane a Milano. Perchè ho messo insieme quattro eventi letterari a Milano, diversi tra loro, che parlano di libri e lettura e diventano ottime occasioni per fare altrettante scoperte della storia milanese, quattro luoghi che, ciascuno a modo loro, raccontano la storia della città e mostrano il suo presente.

Una biblioteca del cuore, un “giardino segreto”, due simboli di archeologia industriale. Pronti a partire?

Continue reading “Quando i luoghi raccontano insieme ai libri: quattro eventi letterari in arrivo a Milano”

In Puglia si legge poco? Arriva la Notte che mette in circolo la cultura

Notte di Inchiostro di Puglia
Il Faro di Punta Palascia, Otranto, photo credits Mariangela Traficante

Il 24 aprile spegni la tv e vieni in libreria.

Dove? In Puglia, ma non solo. Vi piace questo appello? Bene, sappiate che si tratta di un’iniziativa bella e originale, che in realtà è un ritorno, dopo il successo dell’anno scorso. E’ la Notte di Inchiostro di Puglia. Ovvero: una Notte Bianca della lettura lungo il Tacco d’Italia.
Prendete una regione in cui – ahimè – pare si legga pochissimo. Lo dice l’ultimo report dell’Istat sulla lettura, siamo penultimi, in Italia, peggio di noi solo la Campania (se volete approfondire ecco un articolo pubblicato da Il Libraio con tutti i dati), come numero di lettori: il 70,2% dei pugliesi sopra i sei anni l’anno scorso non ha letto neanche un libro per diletto

Ma prendete questa regione e unitela a una valorizzazione del territorio in crescita, fatela felicemente “scontrare” con un folto manipolo di scrittori pugliesi e librai entusiasti. Shakerate il tutto ed otterrete questo: una Notte Bianca dedicata al piacere della lettura. Deus ex machina del tutto è Inchiostro di Puglia, il blog (poi diventato anche un libro) creato da Michele Galgano (qui lo racconto) proprio per raccontare la Puglia attraverso le sue storie, e provare a lanciare un sassolino in uno lago dove le esperienze virtuose, le storie, i bravi autori ci sono, occorre farle conoscere.
Questa l’idea: le librerie, ma anche i caffè letterari ed altri luoghi della cultura, apriranno le loro porte con eventi, reading, spettacoli, gruppi di lettura ed ovviamente presentazioni di libri. Diventeranno, così come ha deciso di chiamarli Michele, dei veri e propri “Fortini letterari“.

Continue reading “In Puglia si legge poco? Arriva la Notte che mette in circolo la cultura”

Incontrare Isabel Allende? Ascoltare Shakespeare da un’apecar? Torna BookCity Milano e io scelgo le mie otto idee preferite

programma Book City MilanoL’anno scorso era appena nato mio figlio Mattia, ero nel pieno caos, guardavo la pioggia battente da dietro il vetro ed avevo quella che mi sembrava un’inesorabile certezza: ora che le mie giornate erano felicemente sconvolte, non sarei più riuscita a leggere un libro. E invece poi il tempo è trascorso e quella certezza l’ha sgretolata, felicemente! Di libri sono tornata a leggerne tanti, a me stessa, al mio bimbo, e ora sono pronta. Per cosa? Per godermi quell’appuntamento che, un anno fa, era saltato.

Quelli erano infatti i giorni di BookCity Milano, e BookCity ritorna tra poco quest’anno. Il grande festival che porta i libri e la lettura in giro per Milano quest’anno anticipa, per rientrare sotto il grande cappello di Expo 2015m e si tiene dal 22 al 25 ottobre.
Luoghi dove normalmente non si legge, luoghi dove in passato di libri e storie si parlava e forse oggi non più. E poi Milano, Milano scoperta, vezzeggiata, viaggiata, attraverso la parola, e le immagini. BookCity ritorna e come al solito il programma è ricchissimo. Io mi ci sono appena tuffata e condividerò con voi nei prossimi giorni gli eventi che mi stuzzicano di più.

Intanto però non resisto: dopo aver letto avidamente la presentazione generale ecco i miei amori a prima vista. Ovvero le idee che, a pelle, mi sono piaciute. E che spero di vivere anche in quei giorni. intanto le condivido con voi, in ordine sparso:

Isabel Allende

Bookcity Milano sarà inaugurata giovedì 22 ottobre alle ore 20.30, all’Area ex Ansaldo: e ci sarà la scrittice sudamericana che riceverà il Sigillo della Città dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia e dialogherà con Barbara Stefanelli in La magia della scrittura.

Claudio Magris

Bookcity Milano si chiude domenica 25 ottobre, alle ore 21, al Teatro Franco Parenti con lo scrittore in dialogo con Ferruccio De Bortoli.

Maratown

Una camminata vera, di 42 km sotto la guida di Gianni Biondillo, dalla mezzanotte di venerdì alla mezzanotte di sabato, attraverso i quartieri di Milano, con eventi a ogni tappa;

Dante

La lettura integrale della Divina Commedia da parte degli studenti del Liceo Classico Cesare Beccaria sabato 24 ottobre

programma BookCity Milano
Il club di lettura

Si chiama BCM Readers Club, nasce da un’idea di Trivioquadrivio e de Il Saggiatore in collaborazione con Poste Italiane. Saranno selezionati da tutta Italia 100 lettori “forti” (vale a dire, che leggono almeno un libro al mese) che si incontreranno a Milano, durante BookCity, per condividere con il mondo dell’editoria e con la città le loro proposte e idee innovative, scambiare esperienze, passioni e visitare i luoghi dove si fa editoria a Milano. Vi incuriosisce? Qui trovate la scheda per candidarvi, io ci provo!

La Lettura

Il supplemento culturale del Corriere della Sera festeggia il suo quarto compleanno con la mostra Graphic Novel. Racconti, cronaca, reportage: la rassegna è dedicata alle tavole degli artisti che ogni settimana portano il graphic journalism nelle sue pagine. La trovate in Triennale dal 24 ottobre al 1 novembre, in seguito all’Università IULM.

La Libreria al Castello

Il Cortile delle Armi del Castello Sforzesco ospiterà la Libreria in cui saranno in vendita gli oltre 900 volumi presentati a BookCity. E’ gestita da Lim, l’Associazione che riunisce 26 Librerie Indipendenti Milanesi, e accoglierà molti autori della rassegna, che avranno una postazione dedicata alla firma dei libri.

ApeShakespeare To Bee or not To Bee

E’ la prima Ape Car italiana di teatro e cibo di strada nata come progetto di reinserimento lavorativo di attrici e cuoche ex detenute di San Vittore. Sarà presente domenica 25 ottobre al Castello e in altre sedi #BCM15, però a sorpresa.

Piacciono anche a voi queste idee tanto quanto sono piaciute a me? Gambe in spalla dunque, danza del sole e tanta pazienza (per affrontare le code…!)

Il racconto del mondo: a Roma torna il Festival della Letteratura di Viaggio

festival letterari in ItaliaVi ricordate la carrellata dei festival letterari di settembre in giro per l’Italia di cui vi ho parlato la settimana scorsa? Bene, ne devo aggiungere uno, che credo vi piacerà. E’ il Festival della Letteratura di viaggio, che di solito si svolge a Roma a fine settembre. Ma che quest’anno anticipa di un paio di settimane e si terrà tra pochi giorni, dall’11 al 13 settembre, sempre a Roma. Per la precisione, a Villa Celimontana, Palazzetto Mattei, in via della Navicella, ma anche in altri luoghi della città. Il programma ufficiale ancora non c’è, sarà pubblicato nei prossimi giorni sul sito dell’evento. Ma come al solito sarà dedicato al racconto del mondo, attraverso diverse forme di narrazione del viaggio: la letteratura, la fotografia, la musica, il disegno. Ci saranno anche laboratori, visite guidate, letture e passeggiate letterarie. In totale sono previsti una trentina di eventi. Volete seguire gli aggiornamenti? Ci sono i canali social di Facebook e Twitter.

L’Italia da scoprire con i festival estivi: oggi vi parlo di Collisioni ed Elbabook

festival estivi in ItaliaIl festival culturale per scoprire il territorio.

Per valorizzare il suo turismo e creare contenuti di valore. In Italia è ormai una virtuosa consuetudine. Sarà successo anche a voi vero? Scoprire una città, un luogo, grazie ad un evento e poi incuriositi voler tornare. A me è capitato un paio di anni fa con il Festivaletteratura di Mantova: due settimane dopo ero di nuovo nella città dei Gonzaga a visitarla più accuratamente.
Per questo oggi vi parlo di due festival estivi, diversi tra di loro ma con un elemento comune: quello di fondersi col territorio che li ospita. L’estate è la stagione dei festival letterari in Italia (e non solo di quelli) ed infatti avrei voluto parlarvi già nelle scorse settimane, ad esempio, di GialloFerrara o de Il Libro possibile, ma ahimè il tempo è stato tiranno e non ci sono riuscita. Metto virtualmente un post-it per l’anno prossimo!
Intanto oggi eccomi con due eventi. Uno già avviato ed ormai un fenomeno conosciuto. L’altro al suo debutto, in una location molto suggestiva. Parlo di Collisioni a Barolo, in provincia di Cuneo, e di Elbabook sull’isola d’Elba.
Collisioni parte oggi e, come ogni anno, porta nelle Langhe piemontesi un programma sfaccettato. Non è infatti un festival a compartimenti stagni, ospita musicisti (star internazionali comprese), scrittori, artisti. Anche “ibridi”. Stasera ad esempio è di scena Vinicio Capossela con il suo “Nel Paese dei coppoloni still alive”. E poi un inedito Mick Hucknall nelle vesti di narratore alla vigilia del trentennale dei suoi Simply Red.
E poi, Paolo Nutini, Mark Knopfler, Sting, Tra gli scrittori ci saranno Niccolò Ammaniti, Alessandro Baricco, Gianrico Carofiglio, Mauro Corona, Daniel Pennac, Jay Mcinerney. Per cinque giorni Barolo diventerà un piccolo grande melting pot culturale, a cui mi piacerebbe partecipare e non è detto che non riesca a realizzare questo piccolo desiderio nel weekend! (altro post-it virtuale!). Il programma è ricchissimo e lo potete consultare qui.

festival letterari in ItaliaCome sarei curiosa di partecipare anche a Elbabook, che è il primo festival dell’isola toscana dedicato all’editoria indipendente ed ha una storia molto interessante. E’ nato infatti dall’idea di un piccolo editore digitale italo-francese, Meme Publisher, con sede tra Ferrara e Parigi, che si è aggiudicato il bando con il quale Rio nell’Elba, il piccolo borgo che tra poco unirà turismo e letteratura, intendeva avviare la propria riqualificazione turistica ed artigianale. Si svolgerà dal 29 al 31 luglio, con incontri, tavole rotonde, concerti e presentazioni. In nome della “bibliodiversità”. A partecipare sono 24 case editrici italiane, tra queste Tunuè, Voland, Nottetempo, 66thand2nd, Uovonero, Saecula e Asino Edizioni. Impegnate anche in appuntamenti insoliti come le colazioni con l’editore.
E come appunto accade in questi eventi, il festival sarà un biglietto da visita per il territorio, mettendo in mostra diversi angoli di Rio nell’Elba: la Terrazza del Barcocaio, Piazza del Popolo, Il Bastione, il Teatro Garibaldi, Piazza Matteotti. Maggiori info le trovate sul sito.

E voi state programmando la partecipazione a un festival letterario questa estate? Ne volete segnalare qualcuno che vi è piaciuto particolarmente?

 

Lascia una risposta